Come gooldie salverà i nostri risparmi

da | Gen 2, 2018

Gli stati, attraverso le banche centrali e il sistema bancario (cui hanno concesso privilegi legali), usano il monopolio sull’offerta di moneta per creare nuova moneta. 

La creazione di nuova moneta si definisce inflazione e determina la perdita di potere di acquisto della moneta (ovvero del suo prezzo) con conseguente trasferimento di ricchezza dai risparmiatori verso i soggetti indebitati e dagli ultimi beneficiari della nuova moneta verso i primi beneficiari. Essendo normalmente gli stati sia i soggetti più indebitati che i primi beneficiari della nuova moneta, è evidente come essi favoriscano la stampante monetaria. Nell’eurozona l’offerta di moneta M2 (che consiste in contante, conti correnti e depositi a breve termine) è raddoppiata dall’introduzione dell’euro. Negli Stati Uniti, nello stesso periodo, M2 è quasi triplicata. Se i vostri asset non hanno avuto lo stesso tasso di crescita, significa che qualcun altro si è arricchito alle vostre spalle.

Con la nuova moneta gli stati comprano risorse facendo salire il livello dei prezzi imponendo in questo modo un costo implicito ai cittadini. Risorse sono trasferite dai cittadini al governo in maniera simile alla tassazione diretta con il risultato che il settore pubblico si trova a gestire in modo poco efficiente un sempre maggior numero di risorse che vengono sottratte dalle finalità più utili cui sarebbero naturalmente indirizzate dal libero mercato.

L’inflazione monetaria poi, tra le tante conseguenze negative, genera bolle finanziarie e obbliga i cittadini a cercare investimenti sempre più rischiosi per ottenere rendimenti che compensino la progressiva e costante perdita di potere di acquisto della moneta. In pratica favorisce il “moral hazard”. Senza contare che i cittadini più colpiti dall’inflazione sono quelli più deboli e con i salari più bassi, che hanno percentualmente porzioni minori di quest’ultimi da investire in asset ad alto rendimento e che devono tenere percentuali significative dei loro asset sotto forma di liquidità disponibile sui conti correnti. 

Ora, la cattiva notizia è che l’inflazione monetaria è ormai praticamente fuori controllo in quasi tutti i paesi e lo rimarrà finchè i sistemi bancari saranno impostati sul modello a banca centrale con riserva frazionaria. Essa è veramente il male di questo secolo, una malattia subdola, nascosta e difficile da evitare che aumenta le differenze sociali e colpisce i più deboli.

La buona notizia però è che presto ci sarà uno strumento in più per combatterla; tale strumento si chiama GOOLDIE. 

GOOLDIE è oro fisico da investimento allocato acquisibile da tutti in sicurezza e a basso costo, assicurato e custodito per conto dei proprietari in paesi ad alta stabilità politica in caveau blindati di operatori professionali di sicurezza indipendenti. Un GOOLDIE è una specifica quantità di oro, la millesima parte di oncia troy, ovvero 0,031 grammi. Al cambio di oggi vale circa 1 Euro.  Inoltre i GOOLDIEs possono essere utilizzati per fare pagamenti elettronici in modo completamente legale presso tutte le controparti disposte ad accettarli.

Come fa GOOLDIE a contrastare l’inflazione? Operando come una moneta la cui offerta non può essere arbitrariamente gonfiata dagli stati a costo zero. 

La moneta ha tre principali funzioni: essa agisce come unità di conto, riserva di valore e mezzo di scambio. L’inflazione monetaria compromette il corretto svolgimento di queste tre funzioni e trasforma la moneta legale in moneta cattiva.

Vediamo come GOOLDIE si comporta in relazione a queste tre funzioni critiche.

Unità di conto

L’unità di conto è il bene rispetto al quale valutiamo gli altri beni definendone un valore attraverso un prezzo. I beni nell’Eurozona sono prezzati in Euro, negli Stati Uniti in Dollari. 

Una corretto calcolo economico richiede un’unità di conto che non sia soggetta a violente fluttuazioni del potere di acquisto. Quando il calcolo economico perde la sua efficacia, la pianificazione economica diventa impossibile. Questo vale per le imprese che devono produrre beni a costi di produzione inferiori al prezzo di vendita e vale per i cittadini che devono continuamente fare scelte economiche di spesa o di investimento.

L’inflazione monetaria inoltre genera bolle, ovvero altera la percezione di valore di un bene spingendo verso l’alto in modo artificiale il suo prezzo. Ciò produce gravi errori nelle scelte economiche.

Facciamo un esempio concreto: vediamo l’andamento dell’indice di borsa Dow Jones tra il 2002 e il 2008.  

Sembra buono, non è vero? Chi ha investito in borsa avrebbe avuto motivo di essere estremamente soddisfatto. Ma come possiamo essere sicuri che tale aumento dei prezzi dei titoli azionari rappresenti veramente un aumento di valore dei titoli e non sia invece conseguenza di una bolla inflattiva? È difficile rendersene conto se utilizziamo come unità di conto la valuta legale (che è quella rispetto alla quale è stato fatto il grafico). Tracciamo di nuovo lo stesso andamento dell’indice azionario, ma utilizziamo adesso l’oro come riferimento (cioè come unità di conto).

L’andamento del Dow Jones non è più così attraente, non trovate?

Cosa abbiamo fatto qui? Abbiamo sostituito un’unità di conto che perde valore nel tempo con una più stabile. E così facendo siamo stati capaci di capire meglio l’andamento dei prezzi reali. Se avessimo ragionato in questi termini ci saremmo più facilmente accorti dell’arrivo della bolla del 2008 e avremmo potuto fare un miglior calcolo economico e scelte più consapevoli.

Facciamo un altro esempio. Immaginiamo di dover fare un contratto a lungo termine, ad esempio un mutuo per l’acquisto della casa. Quando la banca definisce il tasso di interesse che dovremo ripagare per il muto, questa fa una previsione circa la perdita di potere di acquisto della moneta (unità di conto) e incorpora tale previsione nel tasso di interesse del mutuo. È evidente che tale previsione può essere errata, in caso di sottostima avremmo un vantaggio, viceversa avremmo un costo ulteriore. Il calcolo economico è incerto proprio per l’instabilità dell’unità di conto. Se il contratto fosse stato redatto considerando l’oro come unità di conto, il cui valore è dimostrato essere stabile nel medio lungo periodo, tale incertezza e conseguentemente tale rischio sarebbe stato eliminato.

Il GOOLDIE, essendo definito come un’unità di peso di oro può essere efficacemente usato come migliore unità di conto nel medio periodo. Nel sito di Gooldie a tal fine verranno mostrati gli andamenti dei principali beni economici calcolati utilizzando il Gooldie come unità di conto. Inoltre quando si utilizzerà il Gooldie come mezzo di pagamento i prezzi dei beni acquistati saranno sempre visualizzati sia nella valuta legale che in Gooldie. 

In un ipotetico raffronto con il Bitcoin, la più affermata valuta virtuale, si osserva che il GOOLDIE è migliore di quest’ultimo a svolgere correttamente la funzione di unità di conto, avendo il Bitcoin una ben più alta volatilità (anche come conseguenza di una capitalizzazione che è di tre ordini di grandezza inferiore a quella dell’oro).

Riserva di valore

Quando tratteniamo moneta sotto forma di contante o di saldi di conto corrente lo facciamo sempre per un solo motivo. Avere potere di acquisto immediatamente disponibile. Abbiamo bisogno di una riserva di valore tenuta in forma monetaria per far fronte alle incertezze della vita e alla asincronia temporale tra ricavi e spese.

La riserva di valore è per definizione la funzione monetaria che è più colpita dall’inflazione. Quando il potere di acquisto della moneta si riduce avviene un processo di ridistribuzione di ricchezza dai risparmiatori ai consumatori. 

Inoltre si mettono in moto meccanismi viziosi che peggiorano la salute del sistema economico. Quando si hanno aspettative inflazioniste il denaro inizia a “pesare” nelle tasche dei risparmiatori che tendono a disfarsene aumentando la percentuale di consumo rispetto al risparmio in una spirale inflazionistica.

Per proteggere tale funzione, l’unico modo è quello di mantenere la pronta disponibilità di potere di acquisto non attraverso moneta ma attraverso asset anticiclici che aumentino il loro valore quando il potere di acquisto della moneta si riduce. Poichè tale potere d’acquisto è correlato al prezzo di tutti i beni, il perfetto asset anticiclico dovrebbe essere costituito da un basket di beni. Una più semplice alternativa potrebbe essere quella di un asset che si è mostrato capace di mantenere tale potere d’acquisto. Tra tutti il migliore è l’oro.

La figura mostra come l’oro sia stato capace di mantenere pressocchè invariato il suo potere di acquisto negli ultimi 6-7 secoli a fronte, ad esempio di una riduzione del potere di acquisto del dollaro del 98 % in cento anni. 

Il problema qui è quello della liquidità di tale asset; dovendo esso infatti essere prontamente utilizzabile come mezzo di pagamento i casi sono due: o è direttamente utilizzabile per acquistare beni e servizi o può essere prontamente convertito in moneta con costi di conversione trascurabile.

GOOLDIE soddisfa entrambe queste esigenze; è oro (e quindi possiede la sua proprietà di mantenere nel tempo il potere di acquisto) prontamente convertibile a basso costo in moneta legale e, come vedremo al punto successivo, può essere direttamente utilizzato per effettuare pagamenti.

Di nuovo, in un raffronto con il Bitcoin, il GOOLDIE se la cava bene; sebbene infatti il bitcoin abbia mostrato nel breve capacità di aumentare significamente più dell’oro il suo potere di acquisto, non esiste un orizzonte storico adeguato per mostrare che tale capacità superiore sia mantenuta nel lungo periodo. Inoltre, essendo il potere di acquisto fondamentalmente funzione della fiducia accordata a tale strumento, esiste la possibilità che l’attuale fiducia di cui gode il Bitcoin possa essere inficiata da eventi legati ad esempio alla sicurezza o al fatto di essere un asset dematerializzato e quindi suscettibile di poter con più facilità dell’oro essere distrutto o andare perso.

Mezzo di scambio

Una moneta buona deve poter svolgere la sua funzione primaria, ossia quella di essere mezzo di scambio. Inoltre oggi tale funzione deve poter svolgersi anche in contesti digitali, che stanno diventando sempre più rilevanti.

È ovvio che per la funzione di mezzo scambio la moneta legale è imbattibile, perchè per definizione è accettata da tutti come mezzo di pagamento.

La funzione di scambio può essere svolta tanto più efficacemente quanto più grandi sono i cosiddetti “effetti di rete”, ovvero quanti più soggetti utilizzano e accettano la moneta. I governi, conferendo stato legale alle proprie monete, ne hanno imposto a tutti l’accettazione e l’utilizzo per i pagamenti delle imposte e dei servizi statali; in questo modo hanno di fatto creato importanti barriere all’ingresso di nuove monete.

Per una moneta alternativa, raggiungere dimensioni tali da far sì che la funzione di scambio diventi efficace può essere molto difficile.

Il Bitcoin, la moneta non legale oggi più utilizzata, ha ancora volumi per transazioni di pagamento di beni e servizi quasi irrilevanti rispetto alle monete legali.

Come pensa quindi GOOLDIE di affermarsi come efficace mezzo di scambio?

Innanzitutto GOOLDIE è oro, e l’oro è stato già per secoli moneta; non deve quindi accreditarsi come tale partendo da zero. Inoltre sulla funzione di mezzo scambio in contesti digitali GOOLDIE offre una soluzione innovativa ed originale. Pur comportandosi come moneta virtuale con bassi costi transattivi, GOOLDIE non svolge la funzione di mezzo di scambio direttamente come le monete virtuali.

Il trasferimento di valore infatti avviene sempre passando dalla moneta legale, in un processo trasparente per l’utilizzatore; ciò assicura la piena legalità delle transazioni e l’inattaccabilità da parte delle istituzioni. GOOLDIE inoltre custodirà l’oro in paesi ad alta stabilità politica e ciò renderà difficile eventuali interventi di esproprio da parte degli stati (è successo in passato negli USA di Roosevelt). 

Infine, per raggiungere la massa critica GOOLDIE svilupperà accordi commerciali con tutti i Payment Service Provider interessati a fornire nuovi servizi ai propri clienti; non entrerà pertanto in concorrenza con loro, ma adotterà un approccio collaborativo.

Concludendo, GOOLDIE è l’evoluzione moderna della moneta d’oro, capace di funzionare anche in contesti digitali e di essere efficacemente riserva di valore, unità di conto e mezzo di scambio. In particolare, per quest’ultima funzione non entrerà in competizione con la moneta fiat, che invece utilizzerà per il trasferimento di valore. In questo modo toglierà un importante alibi agli stati per ostacolarne l’utilizzo; quello cioè di essere un mezzo di scambio al di fuori del perimetro regolamentativo. GOOLDIE, infine, nello svolgere le funzioni di moneta buona, è lo strumento ideale per proteggere in particolare il piccolo risparmio, un efficace salvadanaio in un mondo sempre più incerto.

Condividi l’articolo sui tuoi social

Altri articoli che possono interessarti

Cryptovalute: attenzione alle ICO

Nell’articolo “Criptovalute: si fa presto a dire moneta” si è cercato di dare una risposta alle seguenti domande: le criptovalute sono una forma di moneta alternativa alla moneta legale? e se è così, perchè dovremmo usarle? E abbiamo visto che molte criptovalute non...

Cryptovalute: si fa presto a dire moneta.

Le criptovalute sono ormai un fenomeno di interesse globale.  Sono tantissimi quelli che, vedendo le recenti perfomances del prezzo del bitcoin, si rammaricano di non averlo acquistato e si chiedono se sia ora ancora opportuno “investire” in esso per non perdere...

Criptovalute, gooldie e moneta legale – un’analisi comparativa

E’ opinione condivisa che la moneta soddisfi tre funzioni primarie: unità di conto, riserva di valore e mezzo di scambio. Si può anzi dire che se un oggetto soddisfa contemporaneamente queste tre funzioni, siamo di fronte ad una moneta. Una domanda legittima è se ci...

la tua sicurezza vale oro, scopri il progetto gooldie

Contattaci a:

hello@gooldie.com

Gooldie srl

Via Melchiorre Gioia 132, 20125 Milano

 

Seguici su:

     

Registrati e ricevi un invito per accedere in anteprima alla nostra app!

A partire da primavera 2019

Ti sei registrato in gooldie! Riceverai un'email di conferma e ti manderemo un invito per provare la nuova app in anteprima.